Stefania Andriola (giornalista)     Milano 25.7.2011

                           Intervista di Gianfranco Gramola

Una bellissima ragazza con il sogno di continuare la strada che ha intrapreso e con la convinzione che non sia questo un punto d’arrivo, ma un punto di partenza per nuove prospettive

Il sito ufficiale di Stefania è www.stefaniandriola.it e l’e-mail andriolaste@yahoo.it  

Stefania Andriola è nata a Torino il 18.09 del 1979. E’ giornalista pubblicista dal 2009. Fin da piccola ama il mondo della fotografia e della pubblicità. A 13 anni è già presente in numerosi spot e produzioni come figlia nelle famiglie fittizie della tv. Nel 2000 dopo il suo primo provino a Mediaset diventa valletta a “La sai l'ultima?”, programma cult nel panorama italiano, e questo la porta a diventare sempre più milanese! Dopo molte trasmissioni locali torinesi si trasferisce definitivamente a Milano nel 2004 dove studia due anni recitazione e dizione al Centro Teatro Attivo e partecipa a diverse produzioni Mediaset come la sitcom “Love Bugs 3”, il film tv “L’amore spezzato”, la fiction svizzera “Guardie di confine”, ecc... La sua passione per il ciclismo la porta dal ruolo di miss maglia rosa 2003/2004 ad essere il volto nel 2008 della prima Web Tv per Gazzetta dello Sport, che segue il backstage di questa importante manifestazione sportiva, e a condurre una trasmissione sul ciclismo: Bike Show (Canale Italia, Play Tv, Web). Dal 2007 al 2009 è conduttrice della 3live (canale che ha lanciato la televisione su tvfonino). Nel 2009 conduce il talk-show Star Tv Magazine (Play Tv) e dal 2009 al 2010 i TG su un noto sito web dove tratta i temi della moda e delle auto. Attualmente è impegnata a tempo pieno come giornalista per il Centro Epson Meteo con cui ha debuttato a luglio 2010 per il Tg5.

Esperienze giornalistiche e televisive

Conduttrice meteo per il Centro Epson (2010)

Conduttrice web tv “Gira e Rigira” per Giro d’Italia 2010, Gazzetta dello Sport (RCS)

Conduttrice Tg Car Tv programma sul mondo delle auto(www.cartv.it) (2009,2010)

Conduttrice Tg Fashion Tv programma sul mondo della moda(www.web-fashiontv.com)(2009,2010)

Conduttrice Bike Show programma sul ciclismo(Play tv 2009,Canale Italia e Sport Channel 2008)

Conduttrice Star Tv Magazine programma Talk-Show (Play tv)(2009)

Conduttrice web tv “Altrogiro” per Giro d’Italia 2008, Gazzetta dello Sport (RCS)

Conduttrice programmi su La 3 Live (2007,2008,2009)

Sitcom "Love Bugs 3" amica della protagonista (Mediaset)(2007)

Fiction Mediaset "L’amore spezzato" ruolo giornalista (2006)

Conduttrice e inviata del programma sportivo "Fischio d’inizio" (2004,2005)TV private del circuito piemontese

Fiction Svizzera "Linea di confine" personaggio Enrica (2005)

Inviata nel programma di Happy Channel  - "Be Happy"(2002)

Fiction RAI "Baldini e Simoni" amica della protagonista (2001)

Partecipazione al programma di Italia Uno (Mediaset) Beach Party (2001)

Partecipazione a "La sai l'ultima" Canale 5 (Mediaset)(2000,2003)

Partecipazione a "Stelle del Mediterraneo" Rete 4 (Mediaset)(2000)

Programma di calcio "Forza Toro"(2000)TV private del circuito piemontese

Partecipazioni a "Rassegne Film Giovani" – Torino

Miss Estathe’ con premiazione maglia rosa Giro d’Italia (2003,2004)

Presentatrice per il lancio della nuova auto Mercedes SLS AMG (2010)

Presentatrice per serate aziendali Cantine Riunite (2009)

Presentatrice per le partite di calcio di beneficenza della Nazionale italiana artisti Tv (2007)

Presentatrice per inaugurazioni di nuovi centri commerciali IPERCOOP e CARREFOUR (2004,2007)

Presentatrice per serate aziendali IVECO (2006)

Presentatrice per sfilate SEVEN (2005)

Spot televisivi

Dentifricio AZ – assicurazioni Linear - pizza Buitoni -  biscotti Colussi -  Direct Line assicurazioni – Corriere della Sera – minestre Orogel – gelato Valsoia – ristoranti MC DONALD'S – pasta Barilla – dentifricio Colgate – Baci Perugina – auto Bosch – borotalco Neutro Roberts – Garelli – Sisal – Sai – Bilba, spuma color flash.

Filmati

Fiat, educazione stradale

Comune di Torino, carta Minipay

Presentazione "Libretto Universitario"

Garnier, interviste per lancio nuovi prodotti Fructis Style

Sperlari, interviste per lancio nuovi prodotti

Ferrero, lancio nuove praline

Le Meridien, filmato istituzionale

Campagne fotografiche

Unicredit – settimanale Gente – Lacoste -  Mulino Bianco -  Granarolo -  Simmon’S – Renault Scenic -  Upim – Chicco – Telethon – Discovery Channel – Scottex – Sky – Mediaworld – Sangemini – Costa Crociere -  Catherine Klee – Haineken – Thess Costumi – Cressi Sub – Vision Service – Le Meridien – Pirelli – Camst – Fiat – WWF – Bellato arredamenti – Spumante Riccadonna – Anzi Besson – De Agostini – L’Oreal – Didora – API – K-Way – Anna – Omnidecor – Centrale del latte – Aia.

Ha detto

- Sono sempre stata molto vivace; mia  mamma mi ricorda sempre quanto fossi vulcanica: non avevo ancora  finito un gioco o di cantare una canzone che pensavo già a quello che  avrei fatto dopo!

- Cosa non farei in televisione? Probabilmente la cantante perché sono stonatissima o la ballerina anche se qualche stacchetto lo so fare. Per quanto riguarda la televisione mi attrae tutto quello che ruota attorno alla conduzione e agli eventi.

- I reality ti danno tanta visibilità, tanta popolarità e se poi hai le carte giuste e sei una persona preparata vai avanti. Come trampolino di lancio potrebbe andare bene.

- Un calendario nuda potrei farlo per beneficenza, però non completamente nuda.

Curiosità

- Parla correttamente inglese e francese e le sue aspirazioni sono di diventare giornalista professionista, conduttrice di programmi televisivi sportivi e autrice di format televisivi e giornalistici, sviluppo della tv interattiva sul web e sul digitale terrestre.

- E’ fidanzata con Christian Fenouil, ed è iscritta all’ordine dei giornalisti di Torino come pubblicista in data 21.09.2009

- Lei stessa si definisce una sognatrice in tv... a parte allenarsi in palestra ed ovviamente correre in bicicletta, nei momenti di tranquillità ama divorare libri ed è grande fan di Coelho... ed usa le sue frasi come cavallo di battaglia!!!

-
Qualcuno l’ha definita “la risata più contagiosa della tv”... risata che ha fatto tanto parlare di lei nello spot dei biscotti Colussi!!!!  

Intervista

Dopo vari tentativi, riesco a parlare con Stefania. Finita la pausa pranzo, la trovo nel suo ufficio. E’ la classica ragazza della porta accanto, semplice e naturale, saggia ma  testarda e molto legata alla famiglia… insomma una ragazza acqua e sapone, che ama vivere  e godersi la vita con gioia e con quel sorriso contagioso che è il suo simpatico biglietto da visita.

Come è iniziata la tua avventura in Tv, Stefania?

La mia avventura in TV è iniziata molto giovane, perché la mia prima esperienza di fronte alla macchina fotografica parte dall’età di 13 anni, perché mio papà è sempre stato un amante di fotografia, un foto amatore, amava le foto in bianco e nero, ecc... Infatti io ho iniziato posando per scherzo, quando c'erano i corsi di fotografia, non pensando che potesse diventare poi il mio lavoro, quindi diciamo che ho iniziato in maniera fotografica. Poi da cosa nasce cosa e ho cominciato a lavorare nelle TV private del Piemonte, come conduttrice, nei vari programmi locali tipo “Forza Toro”, tanto per rimanere in tema della fede granata che mi porto dietro, come tutta la mia famiglia ovviamente, da veri torinesi. Poi ho condotto un programma dove facevo l'annunciatrice per Tele Time, un canale appunto della provincia di Torino, poi ho condotto il programma sportivo “Fischio d’inizio”, dove conducevo e facevo interviste. Quindi ho iniziato proprio ad entrare nel vivo di questo lavoro. In realtà il vero cambiamento è stato nel 2000, quando mi sono spostata a Milano per fare un provino perché cercavano delle ragazze per “La sai l'ultima?”, programma cult con Gigi Sabani e Natalia Estrada e quello è stato il mio primo provino vero e reale a Mediaset, tra l’altro accompagnatissima dai miei genitori che hanno fatto avanti e indietro dal paesino un po’ fuori Torino a Colonio Monzese e poi con mia grande sorpresa mi hanno confermato e da lì è iniziata l'avventura milanese. Quindi ho iniziato a conoscere Milano a entrare in contatto con le agenzie milanesi di pubblicità, di cinema, ecc… e poi c’è stata la decisione definitiva di trasferirmi a Milano per seguire e frequentare i corsi del Centro Teatro Attivo che è appunto il CTA dove io ho studiato recitazione e dizione. Ho fatto un seminario con Corrado Tedeschi, grandissimo, poi dizione con Emiliana Perino, recitazione con Narcisa Bonati e la Franceschetti, e quindi ho fatto tre anni tra improvvisazione dizione, anche se in realtà la mia passione non è mai stata il teatro. Però sono sempre stata fermamente convinta che la preparazione teatrale è la base anche per togliermi un po' d'accento piemontese. I corsi li ho frequentati fino al 2006 e sono diventata sempre più milanese e c'è stato poi lo spacco con Torino e ho iniziato poi a lavorare ed essere sempre qui a Milano.

I tuoi genitori che futuro sognavano per te?

I miei genitori sinceramente sognavano un futuro per me felice, quindi non avevano un’idea particolare, se non la mia felicità. E la mia realizzazione professionale chiaramente. Loro sono contentissimi e mi hanno sempre appoggiato in ogni mia scelta, anche a malincuore quando comunque sono andata a Milano, perché sono figlia unica e anche se Torino e Milano sono molto vicine, possono però esser molto lontane quando lavori tutti i giorni e riesci ad andarli a trovare una volta al mese. Poi in realtà per loro il mio futuro era la mia felicità quindi la mia realizzazione è la loro. Fondamentalmente non ho avuto dei genitori che mi vedessero ricalcare per forza la loro vita.  

Che lavoro fanno i tuoi genitori?

Mio papà, vabbè oltre a fare corsi di fotografia ma a livello amatoriale, lavorava in FIAT e mia mamma lavorava in comune a Torino, ma adesso non lavorano più. Entrambi sono a casa tranquilli.

Il complimento più bello che hai ricevuto?

Di complimenti belli ne ricevo tanti, ti dico la verità, ed ogni complimento per me è speciale perché non do mai nulla per scontato, assolutamente. Parlando proprio di complimenti più belli è stato quando i miei genitori mi hanno visto per la prima volta andare in onda nel mezzo del TG 5. Erano un misto di lacrime e gioia e forse è stato il complimento più bello ed emozionante per me. Poi a livello di complimenti, certo spesso comunque mi sento dire: “Hai fatto bene…Sei sempre andata avanti… c’hai messo degli anni”. Perché comunque alla fine sono passati 10 anni da quando sono a Milano e quindi il mio percorso c’è stato ed è stato lento, piccoli passi uno dopo l’altro. Poi quando vedo persone che magari mi conoscevano quando avevo 20 anni, quindi 10 anni fa e mi dicono “Eh, ma si vedeva comunque che tu saresti arrivata, perché sei sempre stata carina, sei sempre stata professionale, sei sempre stata determinata”, oppure “Ti vedo lì, ma te lo meriti”, lo considero un bel complimento.

Una cosa cattiva?

Io non faccio caso alle cattiverie, anche perché so che comunque quando si diventa personaggi messi in vista, si è esposti, ed è anche normale, perché puoi piacere come non piacere. Questo anche nella vita, attiriamo simpatie e antipatie. Quindi non faccio caso ai commenti negativi, magari anzi, a volte un commento negativo può servire a migliorarti, no? Una critica cerco di prenderla in modo costruttivo, poi ovviamente se sui forum, su internet, su Youtube si leggono frasi un po’ leggere, è giusto che sia così perché d’altronde il personaggio pubblico è esposto a qualsiasi tipo di commento e critica e spesso comunque la prendo con un sorriso, non mi toccano i commenti cattivi, se non quelli che mi possono far crescere in modo costruttivo.

Una tua gaffe televisiva?

A “La sai l’ultima?”, quando la facevamo nel 2000, eravamo in diretta e mi ricordo che mi prendevano in giro e mi dicevano: “Ah vedi, tu sembra che arrivi da  Fossano,  mi prendevano in giro su questo paesino, che poi è quello di Paola Barale. Mi dicevano: “Tu sei la ragazza di Fossano” anche se io non sono di Fossano. Mi ricordo poi che nel momento in cui dovevo presentare in diretta uno dei concorrenti, io avevo talmente questo Fossano in testa che invece che dire Alberto da Giussano, ho detto Alberto da Fossano. Ma proprio perché continuavano a ridere e a dire “Guarda è proprio come la Barale vedi, è di Fossano, è di Fossano.” Poi con quel paese in testa sono arrivata in diretta e ho detto: Ecco qua Alberto da Fossano. Questa me la ricordo.  

Quando non lavori quali sono i tuoi hobby, i tuoi passatempi?

Quando non lavoro vado in palestra, sono una persona molto sportiva. Per me lo sport è fondamentale, io corro e vado in bicicletta. Più che altro corro, cioè mi serve, per me, per star bene, per rilassarmi, tengo molto alla cura del mio fisico, quindi sicuramente quello è il mio hobby principale. Poi vabbè, sono un amante dei cani, ho due bellissimi cuccioli, adesso hanno 1 anno. Sono 2 bulldog francesi, Argo e Medea che adoro, quindi quando posso sto con loro e me li coccolo. Poi amo leggere e scrivere.

Che tipo di lettura?

Io leggo un po’ di tutto, dai romanzi, all’ecologia, ai triller, mi piace vedere quali dono i libri più letti del momento. Mi piacciono i libri anche particolari, un po’ introspettivi, infatti spesso mi sono presa testi di psicologia, mi piace leggere un po’ di tutto. Forse un po’ meno i fantasy, anche se devo dire che sono una amante della saga dei vampiri. Quando iniziavo a leggere uno di quei libri, non andavo nemmeno in palestra, tornavo a casa dopo il lavoro e mi mettevo a leggere perché volevo arrivare fino alla fine. Poi ovviamente mi piace anche il cinema però, tra un libro e il cinema preferisco il libro, e comunque se poi c’è una realizzazione cinematografica, assolutamente prima il libro e poi il cinema.

Cos’è per te la felicità?

Non è facile definire il concetto di felicità... Mi viene in mente una frase che ho sempre amato: “La realtà del tempo non è nulla di permanente. Il passato è tale perché non è più, il futuro è tale perché non è ancora; e se il presente rimanesse presente e non trapassasse nel passato, non sarebbe tempo, ma eternità”. La felicità per me sta nel cogliere l'attimo che fugge, vivere pienamente quel presente prima che trapassi nel passato. La felicità per me è cercare di godermi fino in fondo ogni attimo con le persone che amo... è fermarmi, scendere dalla macchina per gustarmi un tramonto... è riuscire a fare sorridere una persona cara... è svegliarsi la mattina con il tuo cane che salta sul letto e ti lecca la faccia.... è gustarsi un buon piatto con un bicchiere di vino... è guardare negli occhi la persona che ami e perdersi... Cercare quindi di vivere le proprie emozioni senza avere poi il rimpianto di non averle vissute, cercando di assaporarne ogni piccolo dettaglio... Sono le piccole cose che fanno la differenza... Non le grandi.

Che rapporto hai con la fede?

Con la fede, buono, nel senso che sono cattolica, un po’ meno praticante, però credo in Dio. Quando ho bisogno, rivolgo una preghiera per me, per i miei cari, chiedo  protezione, un aiuto si, assolutamente.

Un tuo sogno nel cassetto?

Il mio sogno nel cassetto è continuare così, nella strada che ho intrapreso e che non sia questo un punto d’arrivo, ma un punto di partenza, per tante altre prospettive che si possano aprire in un futuro.

Ho visto il tuo curriculum e hai tantissime foto, tantissima pubblicità, come mai? No ho mai visto una cosa del genere, così lunga, così tanti prodotti!

È vero, io ho lavorato tantissimo alla pubblicità, peraltro per marche anche molto grandi, italiane, mi sono sempre trovata bene, forse troppo per la mia tipologia di ragazza della porta accanto, commerciale. Diciamo che mi è sempre piaciuto il mondo della pubblicità e prima di intraprendere la strada del giornalismo, sicuramente è stato un buon trampolino di lancio, anche perché ho fatto tantissimi spot, che poi sono diventati degli spot tormentoni, tipo la risata della Colussi. Quindi è stata anche un po’ la mia fortuna, perché mi hanno dato tanta visibilità e poi sono sempre stati spot molto puliti, spot semplici.

Qual è il tuo tallone d’Achille?

Il mio punto debole? Bella questa domanda, anche se non bisognerebbe dirli i propri punti deboli. Sicuramente un punto debole potrebbe essere la testardaggine, che poi può essere sia positivo che negativo, allora positivo perché vuol dire che quando mi metto una cosa in testa sono un treno e vado avanti, però negativo perché quando comunque ti metti in testa magari cose sbagliate, per farti cambiare idea è difficile, quindi quando parto per la tangente, parto. Diventa poi difficile convincermi del contrario.

La popolarità crea più vantaggi o svantaggi?

Dipende tanto da come sei tu, fondamentalmente, perché io ho un rapporto buono con la popolarità, nel senso che io mi sento la stessa ragazza di prima. Poi è ovvio che mi fa piacere essere riconosciuta, ricevere un complimento, perché sarei ipocrita a non dirlo. Comunque essere apprezzati e riconosciuti ti fa piacere, però alla fine io sono rimasta la stessa ragazza di prima e per me le persone più importanti sono la mia famiglia, i miei amici veri, è di loro che poi fondamentalmente m’importa. Poi la storia di essere apprezzata, di avere dei fan che mi seguono, mi fa molto piacere. Ad esempio in gennaio mio papà non è stato bene, quindi ho passato un periodo molto difficile, non sono stata presente qualche giorno al Meteo e quando sono rientrata dei miei fan di Roma mi hanno mandato un mazzo di fiori con scritto “Che bello,  finalmente hai ripreso”, e questo per me è stato un gesto bellissimo, in quel momento mi sono detta: “Vedi, è vero che per me è un periodo difficile, però ci sono comunque delle persone che mi aspettano e che mi apprezzano”. Sono stati veramente carini.

A chi vorresti dire grazie?

Vorrei dire grazie al produttore tv del meteo, Luigi Latini per avermi scelta e avere creduto in me, come anche il direttore del tg5 Clemente Mimun che mi ha dato l’enorme possibilità di andare in onda nel suo Tg.